Blog

Sono molti i siti web che, pur essendo molto validi, finiscono per essere penalizzati nel posizionamento di Google. Questo accade perché, il più delle volte, si commettono degli errori senza averne l’intenzione.

Quali sono però gli errori da evitare quando si parla di SEO e siti web?

Sono tante le ragioni per le quali un sito, pur avendo tutte le carte in regola, non riesce a decollare sul web.

Spesso questo accade quando ci sono dei piccoli errori che non si considerano. Il mondo del web, del resto, può essere da questo punto di vista un terreno insidioso: basta una sola piccola e trascurabilissima svista per compromettere tutto quanto il lavoro effettuato sul sito.

Per fortuna, le sviste in cui è possibile inciampare si somigliano molto e dunque sono anche molto facili da identificare.

Ecco quindi di seguito, un promemoria utile da tenere in considerazione quando si lavora alla costruzione di un sito web.

Siti web: errori da evitare

  1. Il problema dei link interni
    Uno degli errori più diffusi, quando si parla di siti web, è quello di non controllare adeguatamente i link interni. Spesso infatti alcuni blog registrano dei problemi relativi all’interruzione dei link interni. Quando i collegamenti ipertestuali presentano una “rottura”, del resto, possono influire negativamente sull’esperienza dell’utente e penalizzare la visibilità del sito.

  2. Attenzione alla Sitemap
    Anche l’utilizzo di Sitemap troppo obsolete potrebbe rivelarsi un problema, ragion per la quale e consigliabile utilizzare una sitemap.xml dinamica.

  3. Le pagine mobili
    Altro difetto, se così lo si può chiamare, può essere riconosciuto nelle “pagine mobili”. Si parla di URL che, pur essendo indicizzate, non risultano più necessarie: è questo il caso di una pagina di vendita molto vecchia e non più adeguata al contesto.

  4. I contenuti
    Il potenziale di un sito web dipende fortemente dai contenuti che questo propone. Per questo è sempre meglio accertarsi di proporre buoni contenuti e soprattutto che non violino le linee guida di Google. I contenuti devono essere di qualità, unici e utili per i lettori del sito web.

  5. La lunghezza dei titoli
    Una cosa a cui prestare molta attenzione è la lunghezza di titoli: se troppo corti essi possono avere problemi di targeting, mentre se troppo lunghi possono risultare inefficaci dal punto di vista della comunicazione e venire tagliati dalla SERP di Google perdendo ogni possibilità di accattivarsi il lettore.

  6. Redirect Link Interni
    Quando si ha a che fare con il reindirizzamento dei link interni potrebbero sorgere problemi, poiché gli utenti ma anche i motori di ricerca impiegano più tempo a trovare i contenuti. In seguito alla modifica del contenuto o l’esaurimento del prodotto si utilizza il 301 – redirect permanente oppure il 302 – redirect temporaneo.

  7. Velocità del sito web
    Fondamentale è la velocità del sito web, infatti, un sito veloce riesce a garantire una buona esperienza all’utente. I siti web lenti, invece, provocano alte frequenze di rimbalzo e quindi hanno rendimenti peggiori.  
Tags: ,

CONTATTAMI

PER UNA CONSULENZA GRATUITA

Mi occuppo di realizzazione realizzazione siti web, graphic eesign e conaulenza SEO a Messina.